• Co-Governance

Cogovernance e fraternità: in costruzione

Articolo di copertina di Cidade Nova - Brasile giugno 2021

Daniel Fassa (revista@cidadenova.org.br)


Nell’articolo di copertina di giugno 2021, Daniel Fassa approfondisce il contesto e il lavoro di preparazione del II Congresso di Cogovernance, che in breve si realizzerà in Brasile.




Per via dello scenario attuale della pandemia Coronavirus, possiamo osservare in modo più accentuato le profonde disuguaglianze che i diversi sistemi politico-economici tradizionali hanno costruito lungo la storia. Possiamo vedere anche le innumerevoli difficoltà di questi stessi sistemi per offrire risposte e soluzioni ai problemi della società, soprattutto a quelli più urgenti. Come non mai si sente la necessità della costruzione di modelli di un governo più partecipativo e impegnato con il benessere di tutti. Fassa ci dice che “perché sia davvero ‘l’amore degli amori’, come ci diceva Chiara Lubich, la politica non può lasciare nessuno indietro”. Inoltre, per trasformare le città è necessaria la partecipazione di tanti, cioè, c’è bisogno di formare reti di cittadini, di agenti collettivi e di reti di città. E ancora, queste reti collaborative, hanno bisogno di essere guidate da un metodo specifico, basato in rapporti fraterni e dialogici, in vista della promozione del bene comune. In linee generali, queste idee motivano il Movimento Politico per l’Unità (MPPU) ad approfondire il concetto di cogovernance, seguendo i primi passi fatti nel I Congresso Internazionale di Cogovernance, realizzato a Roma (Italia) nel 2019. Ora sarà il Brasile ad accogliere il II Congresso su questo tema, dal 9 al 12 ottobre 2021.


Il presidente nazionale dell`MPPU, Flavio del Pozzo, afferma che questo periodo di preparazione e organizzazione dell'evento, costituisce un’opportunità per avanzare nella comprensione del concetto, essendo un’opportunità per sviluppare il principio della fraternità nelle città. Pozzo ribadisce la complessità della società contemporanea, affermando che non ci sono soluzioni facili per i problemi attuali. Ed ancora, a rendere ancor più difficile la situazione, la società brasiliana patisce di un deficit di formazione politica che la scuola attuale non riesce a soddisfare. In questo modo, la trasformazione sociale ha essenzialmente il bisogno di un processo di formazione politica, cittadina, critica e cosciente, che non pretende risolvere tutti i problemi, bensì promuovere una partecipazione cittadina più qualificata.


Per leggere l’articolo completo (in portoghese) accedere: https://pt.co-governance.org/post/cogovernan%C3%A7a-e-fraternidade-em-constru%C3%A7%C3%A3o